21km - la distanza

sabato 31 marzo 2018 - ore 9:31 PM

Combat

Dopo 6 giorni di convivenza con il mal di schiena, che dà il peggio di sè quando mi devo alzare dopo almeno mezz'ora in posizione seduta, provo a santificare la pasqua e il mio starsolo a Milano.
Sabato e fortunatamente il Giuriati non è chiuso con la scusa del prefestivo. Ci vado in bc per terrore di correre sull'asfalto.
Il primo approccio con la pista è drammatico: mi devo trascinare cercando di stare radente a circa 2.10 al giro; oltre alla schiena ho il soleo interno di una gamba che manda un dolore inatteso, immagino figlio di una settimana a camminare storto e scomposto. Mi fermo anche per togliermi qualche pezzo, che sta arrivando finalmente la primavera (eh...). Riparto; mi metto in prima che tanto sono solo io e dopo un giro indolore attacco il crono tanto per darmi un tono. Primo giro finalmente in 1.59, costruisco un obiettivo di 5, anzi 6km, provare la mezz'ora. Per fortuna andando ingrano, la schiena è lì che non è proprio felice ma non manda segnali di stop, così che la velocità naturalmente aumenta un po' e chiudo in 28.24.
Sono stato circa 40' sulle gambe.

Etichette: , ,

domenica 25 marzo 2018 - ore 9:25 PM

Strascurato

La mattina sbagliata.
voglia di andare a veder passare la Stramilano, di non perdere il treno dell'uscita domenicale, di dedicare il pomeriggio alla bc di un figlio.
Così vado. leggerino, senza proteggere la schiena dalle folate di vento e forse nemmno la colonna dagli impatti, che il Boost un giorno sapremo se più bene o male.
E pensare che arrivato alle mura spagnole per farmi qualche km di percorso prima delle moto, sembra buttare bene, un fiume di incontri. Prima un pensionato che prepara il passatore, poi Caraceni contromano che si fa il suo giretto da 87enne, infine il Velocista del Monga che si prepara ad aspettare gli africani.
A 30' da casa sono in Porta Romana, km 10 della gara; caracollo per una ventina di minuti facendo pure qualche lieve balzo ma pur sempre balzo, chissà poi perché.
Arrivano i corridori, saltello sul posto (e ci mancava) rientro lentamente contromano sul marciapiede.
Torno a casa velocino, per scaldarmi, 23' anche abbastanza esaltanti.
Dopo la doccia e 10' seduti alla scrivania, un'agonia alzarsi. Lombi andati.
Chissà se il nuoto d'avventura del giorno prima, mah.
Uomo di parola, 20km su cancello con il Nenne per Forlanini, gattile e Ponte Lambro.

Etichette: ,

sabato 24 marzo 2018 - ore 9:30 PM

Vasche #5

Sono 1050m di fila, con la solita alternanza tra rana, dorso e un po' più di stile oooh.

Etichette:

sabato 10 marzo 2018 - ore 4:33 PM

Vasche #4

La formula ormai è abbastanza assodata.
Vasche 4 a rana, di riscaldamento.
Vasche x (quanto si riesce) con dorso o stile in andata e rana di recupero al ritorno, respirazione ogni 2 bracciate.
Per la prima volta nuoto a stile senza grandi problemi una vasca completa, respirando ogni 4 bracciate, che è la cosa che mi viene più semplice; velocità infima, le gambe si muovono probabilmente senza senso.
In tutto questo cinema faccio 500m, mi fermo giusto un minuto per vedere cosa combina il nenne e riparto, per latri 500m.
Infine, altre 4 vasche per chiudere. le ultime due di rana hard.

Etichette:

giovedì 22 febbraio 2018 - ore 9:31 PM

Scusate dobbiamo correre

Arrivo tardi quasi apposta per avere una scusa e correre libero senza l'obbligo del 5000 a coppie, per il quale prevedo ci saranno 6 persone a dir tanto. Quella è una gara bella con tante gente, al mezzogiorno è un gran rodeo.
Poi come sempre una volta che sono lì trovo l'Ingegnere in spogliatoio che si cambia mentre cerca di scrollarsi di dosso una telefonata, scusa devo correre.
Dopo 8' di riscaldamento partiamo, si tiene lui il 200 finale, che è roba sua.
Primo pianissimo, per carburare, poi meglio e senza ammazzarmi
1.29, 1.24, 1.25, 1.23, 1.23, 1.20
Giuseppe fa il contrario, iniziando a 1.13 e finendo a 1.26; insieme ci difendiamo, 17.12.
Dopo 5' comincia l'allenamento vero, 40' campestre in progressione da 4.40 a 4.20.

Etichette: , ,

martedì 20 febbraio 2018 - ore 10:14 PM

Lungo recupero

E recupero lungo.
Maurizio mi invita a questo nuovo allenamento, ci accompagna anche PB: il 1000 è sveltino e il 500 velocino, per 9km.
La pista è accessibile per 4 corsie; le altre sono destinate agli Adidas Runners, che in realtà avevano pagato per l'esclusiva a partire dalle 18.30. Ora correre tenendo fuori gente che corre non si può sentire, per cui con qualche mail e qualche telefonata riesco inaspettatamente a farli tornare sui loro passi (e come da foto erano poco più di 30).
Dopo buoni 19' di riscaldamento partiamo.
Passano bene, io sto un po' indietro le prime fasi del 1000 e poi rientro.
4.21, 1.57
4.16, 1.58
4.18, 1.56
4.16, 1.57
4.20, 1.56
4.20, 1.51
Non troppo provato, proseguo quasi subito una decina di minuti sui 4.30 e all'improvviso sfido PB a un 400 di allungo, che chiudo in 1.26.
Solo un po' di rammarico per non aver avuto la prontezza di dire al pischello che ci ha gridato primaaaa mentre defaticavamo alla corda se stasera correte è grazie a noi.
Torno a casa di corsa, per 68' totali

Etichette: , ,

domenica 18 febbraio 2018 - ore 10:13 PM

Debuttanti

Ma a che velocità devo partire...?
Non troppo forte, non troppo piano. Una velocità che per un giro non fai troppa fatica; poi il secondo giro se riesci aumenti. Devi provare e lo capirai per la prossima volta.

Mi passa davanti dopo il via con lo sguardo deciso, quello che gli ho già visto alle prime in pista e che per me basta. Corre sereno e verso la fine dei suoi 7-800 imbocca il rettilneo finale ancora a buon passo. Da lontano oltre le transenne pubblicitarie lo vedo perdere un paio di posizioni per il motivo che mi confermerà all'arrivo, non avevo capito dove finiva. Tutto come da copione per noi debuttanti; quel tipetto determinato che ha dietro in foto lo prenderà, ma lasciarsi dietro un bel 30 coetanei oggi è oltre quanto mi sarei aspettato.

Il mio lo faccio alla sera, sul viale di cemento d'accesso al Giuriati: 15 volte avanti e indietro recuperando 1' da fermo.
Sono 180m e li faccio in progressione, da 36 a 33, considerato di dover saltare due ralentisseurs.

Etichette: ,

giovedì 15 febbraio 2018 - ore 9:59 PM

Un altro 3000

Ennesimo 3000, ormai la distanza che misura da circa un anno il livello della mia quasi sempre precaria preparazione.
Di puntare ancora l'under11 non è cosa. Corro a sensazione senza guardare il tempo e chiudo in 11.25
Passaggi di 3.49, 3.53, 3.42.
Pochissimi riferimenti, se non un malallenato Borraccino che incredibilmente si lascia superare a un paio di giri dalla fine; le fredde serali invernali del Corrigiuriati si confermano poco frequentate e inadatte a cercare di tirar fuori i tempi.
Il prossimo verso 11.10 eh, per intanto c'ero alla Prima del Corrigiuriati 2008, 22° assoluto.
Dopo la gara un po' di giri di pista allegri con l'ex 800ista Giuseppe, l'Ingegnere.

Etichette: , , ,

martedì 13 febbraio 2018 - ore 10:10 PM

Martedì grasso

Sentirsi così, con peso addosso anche a 61kg. Si sa che sono i muscoli poco allenati, che dopo 11' di riscaldamento da casa al Giuriati mi portano a chiudere 5x1000 con Ale che mi tiro dietro.
Il sesto previsto lo fermiamo; lui non ha dopo i 35km di sabato, io mi sento pago e strizzo l'occhio al 3000 di giovedì, La prima del Corrigiuriati 2018.
Non che sia poi andata male, in ottica di galleggiamento in attesa di.
Sono a casa dopo 50'.

3.56 3.54 3.56 3.56 3.53 recupero 200m in 1.01

Etichette: , ,

sabato 10 febbraio 2018 - ore 6:04 PM

Vasche #2

Per il secondo sabato di fila vedo dal finestrino dell'auto Ale con la moglie in Via Corelli che rientrano dal lungo settimanale, mentre vado a nuotare con il nenne.
Di mio ho la cuffia fiammante di Massimo, del Tri di Santander, silicone su cui scivola veloce l'acqua.
Nuoto 30 vasche alternando rana e dorso, spesso 3+1, a tratti 1+1. Il dorso migliora, anche se l'efficienza è sempre bassa. Verso la metà viro su stile; resisto mezza vasca e giuro di non provarci più: non vado e proprio ha una postura che non sento mia. Guardare il soffitto e aspettare le bandierine che arrivano è un festoso momento dorsale.
Riparto subito e reggo altre 22 vasche, queste nuotate con un nuovo inquilino di corsia, finalmente uno che va veloce e mette metà del mio tempo, anche se oggi ho spesso dovuto frenare a rana, con altri lenti crawler a intruppare.

Etichette: