21km - la distanza

lunedì 29 ottobre 2007 - ore 5:48 PM

Sfebbrato

E per la prima volta.
Un parziale di 7.07 negli ultimi 2 km mi ha consentito di stare sotto i 37', chiudendo in 36.55, senza togliermi il gusto infinito di una volata di 50 metri con l'atleta di Cinisello che mi precedeva: lo affianco, ci guardiamo, riallunga, lo riaffianco e le ginocchia salgono, ad allungare il passo: the cherry on the cake.
Un'emozione lunga e da vivere da solo, per rendermi conto, prima di parlare con qualcuno; rientro nella palestra della scuola e mi godo il caldo. Quando ricomincio a parlare c'è lì il Dorino, con il quale ho fatto la gara, volente o nolente. Lui parte in prima fila, come sempre; al 3° gli sono dietro (10.54), lo passo, ma al 5° mi risupera. Mi rifaccio avanti, ma il ritmo è a strappi, perché in pochi vanno regolari, e i treni cambiano di continuo. Al 7°, quando credevo di aver scavato il buco, arriva ansimante da dietro e senza guardarmi si rimette davanti; stavolta ci metto qualche centinaio di metri a decidermi al sorpasso, anche perché è bello vedere lì questo ragazzo di 62 anni correre ancora come in fuga. All'8° sono di nuovo davanti; ho recuperato il fastidio al fianco destro; faccio qualche conto e capisco che il PB è fatto, ma difficile scendere sotto i 37'; dovrei proprio cambiar passo. Senza accorgermi però sto prendendo velocità, e al cartello del 9° ho ancora 3.35 per farcela. Avanti tutta, con il gusto della corsa incontrollata, senza più guardare gli altri; sento le voci degli amici. Ai 400 cambio di direzione e si entra nel giardino del centro scolastico, sulla terra battuta morbida delle piogge; un toboga esaltante, senza più il duro impatto dell'asfalto. All'ultima curva lo speaker grida 36.38 per qualcuno che ha appena chiuso; mancano circa 80 metri e lì parte la volata senza freni: passo prima che il cancello dei 37 si chiuda, appena dietro la 3a donna, Giorgia Robaudo, nazionale junior di cross e 3000 siepi. Volevo un posto nei 100 e sono 99°..., 3° del gruppo.
Chiedere di più sui 10k per un po' non sarà lecito; Giovedì magari torno a correre sul morbido, ma per begli 8km, nei boschi di castagni della Quisa a Paladina; un po' di salite per i cross invernali, che si fanno sotto.

Etichette:

0 Avete commentato:

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage