21km - la distanza

lunedì 22 luglio 2013 - ore 11:54 PM

La diaria #cinque

Secondo episodio di escursionismo pubblico, sempre serale ma in treno, in una delle prime giornate anticloniche.
Quattro passi fino a Lambrate, Regionale per Greco e cambio, fermata Cernusco Lombardone e sono al via, in 45', per un costo appena doppio del biglietto urbano di Milano.
Neanche 5' e si entra nel bosco, poi c'è solo da giocare, a conoscerlo un po', che alla fine non è altro che un anfiteatro.
In realtà si ritorna subito fuori sulle stradine asfaltate, per la dura salita di Belsedere, che spezza gambe e culo. Poi però tuffo per sentieri tecnici, radici rocce e pozze, passerelle e fango, gioia. Sbaglio strada per entusiasmo (era tutta nella mia testa) e finisco per perdere quota più volte laddove dovrei mantenerla. Oggi però la testa è dura e ogni volta mi rimetto a salire per riprendere il sentiero alto, allungare dove potrei accorciare, correre dove la tentazione sarebbe di camminare, anche in certi tratti di discesa.
La mappa è solo un assaggio, il satellite non riesce a entrare nei boschi. Risbuco verso Cernusco dopo un'ora, ho 20' per rientrare in stazione, lavarmi, fare il biglietto e saltare sul treno di ritorno. Sbaglio ancora strada per eccesso di entusiasmo, allungo. Chiedo in giro e ritorno sui miei passi, a 69' mi fermo, bollore ai piedi ma per il resto ancora pimpante.
In stazione una delle ultime fontanelle di Stato sopperisce all'assenza di biglietteria. Me ne segnalano una in cima al paese: sono altri 5' di corsa a salire e poi a scendere, verificatane la chiusura, con gambe ancora buone.
Il biglietto si fa sul treno; dopo 50' sono sulle scale di casa. Trenta km in 48 ore non li facevo da anni.

http://www.gmap-pedometer.com/?r=6014399

Questo è il post numero 1000.

Etichette: , , , ,

0 Avete commentato:

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage