21km - la distanza

giovedì 1 settembre 2011 - ore 3:58 PM

Possiamo venirci incontro

Approfitto della richiesta del lettore Hal78, di fresca consegna, per parlare di una nuova storiaccia.
Prendete una birra e accomodatevi.
Siete i benvenuti.
Sì l'Arena oggi era aperta. Pista vuota. Prato per metà distrutto, puzza di concimi azotati. Passerelle di legno ai 250 per accedere alla zona sterrata bloccano il giro, a dispozione malapena gli ultimi 200, a patto di partire dalla 3a corsia in poi.
Sono solo dunque. Mentre mi riscaldo sul prato superstite uno degli omini in popemobile mi vede e dice serio: la maglietta, devi mettere la maglietta, c'è un regolamento sul decoro.
E non ce l'ho, non l'ho NEMMENO PORTATA (palla tanto per chiuderla lì).
E invece la riapro, alla fine dei miei 10x200, recupero 80" per fare i 100m necessari a potare ripartire sull'uncino di pista.
34.5, 35.6, 34.6, 34.7, 34.6
34.9, 34.5, 35.5, 34.5, 33.6
Senza tirare, sono sorpreso. Pulsazioni a 132 1' dopo l'ultima prova, con le A1.
La riapro e mi faccio sotto, cercando di parlarne da adulto ad adulto, così gliela metto.
Fa caldo ci son 30° è l'una e posso correre solo ora, il decoro sarà dei tempi del fascio gli faccio, sono solo e chi disturbo, e con tutte le difficoltà che ci sono già lì ci manca questa; in fondo sono a torso nudo come gli operai che son lì a rifare ste benedette tribune (e lui è in ciabattine scrok). Lui insiste sul regolamento (lo prego di affiggerlo, che magari non c'è scritto maglietta e allora lo possiamo interpretare). Non volendoci sentire e chiudendo con un se non vuole capire faccia come vuole riavva la popemobile (gli serve a trasportare blocchi di partenza).
Dopo gli spogliatoi mi rimetto a discuterne con l'altro uomo Arena, credo più Capo.
Anche lei trova che questa cosa del decoro vada applicata?
E' un po' più comprensivo ma non si smuove troppo, fino a che gliela spiego un po' meglio e allorché comincio a parlare del loro aggirarsi in ciabatte e motorino si trova un accordo, basato sul possiamo venirci incontro, fino a che qualche altro utente dovesse protestare.
Ah il primo sosteneva non facesse caldo.
Si entra solo con lo stagionale all'Arena, Hal78 (vero panda...?).

Etichette: , ,

7 Avete commentato:

Blogger Lucky73 ha scritto...

Beh poco da commentare sull'Arena...

Quella del decoro è una "battaglia" estiva, anche al XXV dicono lo stiano pretendendo ...

Non sono il solo a discutere quindi eh? Per i gradoni mi ferma la gente ormai :))

8:02 PM  
Blogger Pimpe ha scritto...

decoro de che ?

11:40 AM  
Blogger Hal78 ha scritto...

Suonerà reazionario ma il decoro dovrebbe rappresentare uno dei valori fondanti di una nazione. Patria, Famiglia e Decoro. Si può metter giù meglio, come motto intendo, ma il senso è quello, ci siam capiti. Che tu poi reputi che girar in motorino in canotta e sandalacci sia un affronto al decoro ben più grave di inanellar qualche dorino a torso nudo sotto il sole di mezzogiorno è meramente una questione di senso estetico. Ma il senso del bello si insegna o è innato?

11:44 AM  
Blogger LO ZIO ha scritto...

SE
all'Arena al mezzodì
col caldo
fosse arrivata una signorina, che so, tipo questa:

http://www.mkrob.com/wp-content/uploads/2008/10/lokelani.jpg

per allenarsi senza maglietta.....scommettiamo che il tipo con le skroc non avrebbe rotto le palle......

Magari se provassi con un tacco 12 pure tu....chissà.... :-))))

9:23 PM  
Blogger Oliver ha scritto...

Mah, io vorrei vedere cotanto decoro applicato più in alto, soprattutto perchè mi infastidisce "appena" sentire che me lo infilano di dietro dei personaggi ben vestiti, giacca e cravatta se non erro, che quindi di decoro se ne intendono no?
Hal, vai a dire a quei pochi atleti di alto livello che, nonostante i 30 e passa gradi e la pista che diventa un forno, per decoro devono correre con la maglietta... Non è il senso del bello che manca, è il senso civico. Prima di lamentarsi di qualcuno a torso nudo che fa sport e non rompe le palle a nessuno, mi lamenterei delle cagate di cane sui marciapiedi, dove devi fare slalom, dei cani alla momtagnetta che devi saltare prima che ti facciano cadere o ti mordano, perchè del guinzaglio non se ne parla, dei calciatori che vanno sulla pista con i tacchetti da calcio, dele precedenze che sono una conquista per strada, che tu sia a piedi, di corsa o in bici... eeehhhh, ce ne sono di cose perchè si possa parlare di decoro...

9:24 PM  
Blogger nicolap ha scritto...

dici bene Oliver e ripolveri il mio antico cavallo di battaglia: perché i cani non li fanno cagare in strada invece che sul marciapiede...?
:-)

E vogliamo parlare dei mozziconi? L'unico rifiuto che è socialmente accettato gettare con sdegno per terra (e pure in spiaggia). Ho visto una madre spegnere una sigaretta e, guardandosi intorno per assicurarsi che nessuno la vedesse, nascondere il mozzicone sotto la sabbia del box del giardino pubblico dove suo figlio di un anno stava giocando.

11:42 PM  
Anonymous Anonimo ha scritto...

sicuro sia meglio? se un'auto pesta la merda in stada, ti schizza in faccia, a te pedone
vebbè che tu sei ciclista
:-)

oh, tu e lucky se non la smettete di litigare coi custodi di mezza milano...finisce che se mi vedono in vostra compagnia ... mi faranno pagare per entrare
:-)))))

panda

10:15 AM  

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage