21km - la distanza

giovedì 8 dicembre 2016 - ore 3:58 PM

Caffarella calling

La casa che abbiamo preso in affitto a Roma è a meno di un km dalla Caffarella, un parco che in realtà non è altro che un vallone (tuttora percorso da un torrente) che entra il città dalla campagna e che, grazie a sparse rimanenze romane, è stato in gran parte risparmiato dai palazzinari del Boom.
La prima mattina è presto ed è freddo, ma senza i temuti venti romani. Scivolo fuori dal letto e scappo fuori alla scoperta dei prati. L'infinita distesa verde è coperta di brina controluce, qualche corridore lento e un po' di cani, corpo ancora addormentato ma proteso in avanti. Mi faccio tutte le possibili salite verso i piccoli colli che bordano il vallone, su terreno morbido anche se non facilissimo laddove l'acqua ha scavato solchi. Mi perdo, non mi ritrovo, chiedo lumi per rientrare verso Piazza Zama, il mio riferimento.
Alla fine sto in giro circa un'ora (non ho nemmeno l'orologio) e rientro stanco, segno che non mi sono risparmiato, con tutto il necessario per portarci il Nenne l'ultimo giorno, a scorrazzare prima a piedi e poi in bc, scendendo senza freni dai sentieri che ricordano molto i luoghi del Pinocchio di Comencini (troviamo anche la fonte degli Assassini, non è lei ma sembra proprio). Il pecorino del gregge che pascola la Valle è il ricordo tangibile di questa bella mattina, che ci portiamo dietro per giorni.

Etichette: ,

0 Avete commentato:

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage