21km - la distanza

lunedì 18 maggio 2015 - ore 6:18 PM

La mia fetta di torta

Domenica mattina, alzata presta. Lambro non se ne parla, non voglio correre per marciapiedi verso un fiume maleodorante, Parco Nord troppo lontano, rientrerei tardi, Idroscalo staran già brasando. Ah vero, la Martesana.
Alle 8 e qualche lascio l'auto a Vimodrone alle Case Bianche e raggiungo la vernice zero.
Velleità di 8k a 4/km. Gambe non troppo convinte.
Dopo 500m in 2.02 vaneggio già di smettere di correre. In quel senso. Rimando la decisione alla riga dei 2000, certe cose vanno fatte almeno con un po' di stile. Finale un po' in crescendo e 7.46.
Tornare devo tornare. ne faccio un altro.
Parto dopo 2' e ci metto passione, per 7.36.
No non smetto. Ma devo assecondare le voglie e prendermi una pausa.
Di cinque minuti.
Poi 5x400 recupero 80".
81, 80, 80, 78 (grosso debito con il ciclista che mi supera a poco dalla fine e mi dice sorridendo facevo fatica a starti dietro), 79.
Poi incontro il Bassa e si chiacchiera dopo molti anni, mentre faccio un po' con lui e un po' da solo altri 4km di defaticamento.
Così che l'ultima fetta della mia torta di mele e castagne la gusto proprio, insieme a 6 occhi che sorridono.
Pomeriggio a cogliere fragole nei campi intorno alla cascina dell'Albero degli Zoccoli con l'orchestrina country.
Solo Flora capisce il senso del panino con la porchetta e la birra mentre scende il sole, ma in fondo la vita è trovarsi di volta in volta il compagno o la compagna giusta per fare le cose sentite.

Etichette: , ,

0 Avete commentato:

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage