21km - la distanza

lunedì 2 marzo 2015 - ore 4:52 PM

Parabolico

Life is like riding a bicycle. To keep your balance, you must keep moving dicono che dicesse Einstein.
Allora questo faccio, andare dietro o aprire la strada al Nenne nella nostra seconda investigazione del Parco di Monza.
Stavolta lo guido per un po' dopo San Giorgio e finiamo contro l'autodròmo, su cui girano macchinone da città in gita. Quello che non volevo fare, che i rumori del genere sono (giustamente) tra i suoi peggiori nemici. Con coraggio ne usciamo, brillanti schivatori di pozzanghere e tranelli, schifiamo la parabolica e rientriamo nella zona giorno, via per l'Ippodromo. A San Fedele vedo nastri. Vedo gente con i chiodi. C'è un cross, un botto di gente, è il Cross del Parco, sul solito percorso che già ha ospitato Monga e Brianzolo. Ce lo guardiamo un po' costeggiando e poi imbocchiamo il Cavriga verso il fiume. Essendo che siamo già sull'ora di corsa, l'idea del ragazzo di tirare la discesa facendo chiacchiere mi obbliga a far finta di essere più fit di quanto sia al momento. Sono 5 minuti impegnativi. A quanto andiamo papà? A vent'allora. Adesso? A diciassette...
Finalmente arriva il fiume. Lo seguiamo fino al Ponte delle Catene e poi rientriamo alla Porta di Villasanta per i boschi. Sono 78 minuti, ma le donne non ci sono. Un altra decina di minuti a raggiungerle e la mia (nostra) oretta e mezza è andata.

Etichette: , ,

0 Avete commentato:

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage