21km - la distanza

lunedì 23 febbraio 2015 - ore 1:21 AM

Back

La cosa più complicata evitare il Cane Topo con cappottino e luce led lampeggiante che si faceva i giri lungo la mia strada. Comunque i gruppi-cani al calare del sole sono secondi solo ai gruppi di bancari in trascinamento parallelo durante la pausa. Una lenta orda insuperabile e presa dal suo ruolo di insieme.
E' dunque sera, finisce il weekend, unito ai 3 giorni di malattia per sinusite flottante fanno 5 giorni chiuso in casa e spesso sofferente, impacciato, sonnolento e di malumore. Quindi si esce e spiacente mio caro ma di riprendere con la ventina di minuti d'approccio non ne ho tempo, stavolta in senso inverso. Per cui si va per l'ora. Tranquilla quanto si vuole ma ora.
Al Lambro, posto senza auto, un po' di puzza di fiume con i fanghi che sono ancora lì sulle strade, che tempo fa uno col cane mi diceva che nel laghetto invaso dalla rotta dell'argine i pesci morti c'erano, in quantità; acqua di falda che si è mischiata a quella corrente e carica di scarichi, per poi di nuovo stagnare nel lago e bruciare ossigeno e organi dei pesci.
Misuro solo i 6 giri da un km dell'otto, un leggerissimo saliscendi continuo, media 4.45. prima un poco più lento, dopo pure, un po' appesantito alle caviglie e al femore negli ultimi 5 dei 62 minuti totali. Diamogli 13 km.

Etichette: ,

0 Avete commentato:

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage