21km - la distanza

lunedì 28 maggio 2012 - ore 6:54 PM

Acque fangose

Si voleva andare a vedere il passaggio, poi il tempo è volato per altre cose e s'è data solo una rapida occhiata allo schermo, che ancora non sembra interessare, alla soglia dei 4, per fortuna. Molto meglio vedere l'Adriatico esplodere al tiraccio del 92', su un canale pirata, in diretta, con immagini rallentate fisse, per via dell'anzianità del tramite. Anche se le curve finali prima del Duomo, disegnate da un assassino, hanno alzato il livello dello spettacolo.
Si dovrebbe dire della corsa ma non c'è molto, se non una quarantina di minuti di lento al Trotter di Domenica mattina, con pochissime forze cui attingere e caldo lattiginoso, la famosa bottiglia d'orzata in cui galleggia Milano.
E non si dovrebbe dire che fango non si troverà, perché potrebbe andare diversamente.

Etichette: ,

7 Avete commentato:

Blogger Hal78 ha scritto...

Da poco passati i 3 ed i 2, qui da me interessa eccome (nostro errore). Pure troppo.
Però come si fa a non guardar il Giro sotto casa, accidenti. I colori, i rumori, le bandierine, le ammiraglie, le bici sui tetti delle macchine, le ruote aliene. Quelle son state create apposta per stordirli, i cuccioli d'uomo.

11:03 PM  
Blogger nicolap ha scritto...

Hai piena ragione, ma per fortuna passa tutti gli anni qua, e non c'erano campioni tali da dire io c'ero. In curriculum ho l'edizione zero del Mortirolo, quella di Coppino.

9:58 AM  
Anonymous Anonimo ha scritto...

quella stagione improbabile di coppino

panda

11:01 AM  
Blogger nicolap ha scritto...

mai come quelle di Chiappucci

11:06 AM  
Blogger Hal78 ha scritto...

Sbagli. Il primo mortirolo è il giro di Bugno,1990, quello che ha preso la rosa sul lungomare di Bari (crono prologo) e l'ha portata a milano.
Non posso sbagliarmi,anche se ora vado a controllare.Penso di esser stato uno dei primi dieci tifosi di bugno in Italia (come coinvolgimento emotivo).

11:37 AM  
Blogger nicolap ha scritto...

empatia fisica...?

11:38 AM  
Anonymous Anonimo ha scritto...

io ho nel mio curriculum il numero di Bicisport in cui c'era una foto di un tipo, allora ciclista dilettante, orecchie a sventola e capelli (li aveva ancora)
titolava: segnatevi questo nome... marco pantani...

panda

12:16 PM  

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage