21km - la distanza

lunedì 17 gennaio 2011 - ore 4:26 PM

Fin de semana

Venerdì pomeriggio:
divento titolare della tessera per entrare all'Arena e al Saini
Sabato mattina:
divento titolare di 1kg di scarti di Pesce Spada praticamente gratis, dopo intensa conversazione con il pesciaio.
Sabato pomeriggio:
operazione recupero bc (buttata a terra e calpestata da un mezzo corazzato del centro, seppur legata al palo sul marciapiede, un mesetto fa) dalla Nonnazza di Viale Abruzzi.
Sabato sera:
un Negroni, credo il primo dalla nascita di Emilio.
Domenica mattina:
Circa 50' sulle gambe tra casa e Lambro, con riscaldamento di 13' ad andare, 10 giri dell'anello basso della Montagnetta, che fanno 7.5 km in 29.54, tutti i passaggi poco sotto i 3' tranne il primo; impegno da medio e altri 1.5k a 4.10 per tornare a casa e ultimi 5' di defaticamento. Qualche dolorino alla solita caviglia dx alta.
Doccia e poi dissezione di Pesce Spada; le parti più buone, che nessuno vuole, solo un po' grasse, quindi tenerissime.

Etichette: ,

6 Avete commentato:

Blogger Hal78 ha scritto...

un terzo Martini, un terzo bitter Campari, un terzo Bombay.. Wow, se esco per l'aperitivo non è in quanto rito sociale, ma (a volte) solo ed esclusivamente per questo..
Sulle tecniche per estorcere i resti in pescheria sono curioso..

5:35 PM  
Blogger nicolap ha scritto...

Eh son segreti...
in realtà basta arrivare ultimi, appena dopo che tutte le fettine prontocuoci sono esaurite, sempre che il mastro pesciaio non se le tenga lui.
Per il Negroni pensa che è da ancor più tempo che, in risposta al tuo post di oggi, non pattino con gli sci e anche quello mi manca.

5:52 PM  
Anonymous Lucky ha scritto...

Hai già la tessera di Milano Sport 2011? Puoi entrare anche al 25/4 no?

8:15 PM  
Blogger GIAN CARLO ha scritto...

C'hai fatto la pasta con il pesce spada o ha fato il suo mestiere ...da secondo ?

10:59 PM  
Blogger nicolap ha scritto...

Metà e pronto per la pasta di stasera.
La prima metà è andata con cous cous e carciofi.

10:01 AM  
Blogger Daniele ha scritto...

Vorrei adottare la tua tecnica con la cantina dietro casa: devo solo convincerlo che tutte quelle bollicine nel succo d'uva non sono altro che un segnale di pessima fermentazione.
C'é sempre da imparare, qui.

9:27 AM  

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage