21km - la distanza

mercoledì 13 gennaio 2010 - ore 11:18 AM

Tatatà

Finalmente Emilio ha capito cosa vado a fare quando esco la sera; da quando corre anche lui correre si chiama tatatà; quindi ora ci capiamo, e quando rientro sa che vado in doccia e quando ne esco ci tiene a portarmi i vestiti puliti pescandoli dai cassetti che sa bene come aprire. E' il suo modo di ripagare la sua vestizione del mattino prima di andare insieme al nido. Ieri ha dovuto aspettare ben 73', tanti ne ho corsi, e senza dolori al piede dx (che era lui non il garretto la fonte del dolore, che poi si trasmetteva verso l'alto). Arrivare al Lambro son 20', poi un po' di stretching per prendere tempo e combattere una certa legnosità da freddo e ufficio, e poi si parte sul giro lungo in piano, quello da 2460; l'hanno appena risegnato ogni 100m, e finalmente si leggono bene i 2500, 5000, 7500, 10000 e anche gli altri 1000, per cui decido di fare un medio da 8k, senza guardare il crono ma fidandomi delle sensazioni. I tempi li guardo solo una volta a casa, e sono soddisfacenti anche se mi ero illuso di essere sui 4 puliti a km: 10.23 il primo 2500, poi 10.12, 10.12 e infine 1.54 l'ultimo 500 in cui allungo un po' la falcata. Media finale di 4.05.

Etichette: ,

3 Avete commentato:

Blogger the yogi ha scritto...

onomatopeico il pupo, promette bene... :)

12:16 PM  
Blogger GIAN CARLO ha scritto...

L'hai chiamato Emilio in onore di rete 4 ...al KM !

1:54 PM  
Blogger nicolap ha scritto...

con la via emilia saresti cascato meglio

2:54 PM  

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage