21km - la distanza

venerdì 14 novembre 2008 - ore 3:48 PM

Odo i pistaioli far festa

Dopo diversi giorni di pioggia (che io sono contento quando piove) oggi alle 12 è sbucato un inatteso sole (che io sono felice quando sbuca un inatteso sole).
Così ho potuto sopperire alla pista buca di ieri, che pioveva troppo per la fase ufficio-pista-ufficio; mi ero messo in testa di recuperare oggi il 5000, da solo, così per fare, stando sui 18.10-18.20. Al Campo c'è una luce meravigliosa, un aria carica finalmente di ossigeno, e caldo da canotta (che non ho); corro con la gloriosa maglia Venice Marathon. Primo km 3.37, secondo 3.40, terzo 3.40 e ancora una volta un mio 5000 diventa un 3000, per poca voglia di proseguire, con mezza pista controvento e carenza di stimoli. Però anche stavolta non mollo, cerco di costruirci sopra: aspetto 4' e poi riparto per un 2000...che diventa un 1000, a 3.32; allora aspetto altri 2' soli e riparto, per l'ultimo 1000, in 3.30.
Mica finita. Il panda mi scruta e mi consiglia un bel 600 per chiudere, da fare sotto ai 2' (ah lui guarda, cronometra); son passati 4' dall'ultimo 1000 quando parto, e le gambe finalmente spingono a dovere, mordono il tartan fradicio e luccicante: 1'55" senza grande sforzo, 50 finali con un redivivo panda.
Come rendere proficuo un allenamento che poteva finire storto; accettare le proprie debolezze senza ricamarci.
Sì pero ricordati che i cross durano 7, e che al km 1 stai già male...

Etichette: ,

2 Avete commentato:

Blogger Lucky73 ha scritto...

Anche io ho paccato ieri....pioggia e un pò di febbre mi han fermato anche se la sera ho fatto una decina di km sotto la pioggia...:-((

Mi sembra che sei davvero in forma, ci vedremo a Bereguardo allora! Ciao!

8:31 PM  
Blogger Furio ha scritto...

Hai variato in corsa e ti è uscito comunque qualcosa di positivo ;-)

12:24 AM  

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage