21km - la distanza

sabato 25 febbraio 2017 - ore 11:29 PM

Non mi trovo (in classifica)

Vabbe' domani mattina se la notte non porta troppe grane esco e vado a correre. L'intenzione fare un'improvvisata a Vimodrone al Cross per Tutti e poi tornare indietro.
Ma che settimana.
Quel mal di gola con cui ho fatto gara senza mollare un centimetro per quasi due settimane sabato scorso scoppia. La mattina della Domenica sono un fantasma. Sudori freddi e giramenti di testa, non mi vesto sino a che mancano 10' all'appuntamento che, se non fosse proprio qua sotto, avrei già desistito. Un bivio. Lo prendo. Un quarto d'ora dopo sono al bar di Gabriele per il caffe' benaugurante, ma scendo dalla'uto che son sudato e non so perché. Quasi me lo bevo e torno a casa a piedi. Poi vince lo stare insieme e il provarci. A Lissone c'è nebbia e siam tornati vicini allo zero. Il percorso uno sballo, pure con il GPM che, posizionato 400m dopo la partenza, premia il primo a scollinare nel giro iniziale. Ale ci proverà, con occhi spiritati, finirà secondo, sorpassato a un metro dalla meta.
Mi scaldo senza togliere il gillet fintopiuma, per dircela. A passo dell'oca. ma al via sono stranamente carico, troppo, faccio pure qualche allungo. Poi si spiega: ho dimenticato di mettere il chip. Commetto l'errore di correre a prenderlo sperando di fare in tempo, senza valutare l'ipotesi di correre senza, che scoprirò dopo essere prassi (qui) tollerata. Torno al via già in acido, con gara già partita e giretto di lancio completato. Non mi resta che aspettare maurizio e correre questi 6km tranquillo con lui, che comunque non voglio forzare per non dilatare troppo i bronchi e conciarmi peggio.
Stiamo sotanzialmente insieme tutta gara, con io che recupero al GPM e poi perdo qualcosa dopo. Corro a un passo allegro ma comunque bene, per dire Tommy sarà sempre solo una ventina di secondi avanti. Mentre corro decido di camminare gli ultimi 200m per segnalare la mia presenza fuori gara, per cui lascio andare Maurizio ma poi, quando sopraggiunge l'acclamato Cecco e vedo che c'è ancora un passaggio finale al GPM, mi unisco a lui ancora fino alla discesa e poi finalmente deambulo sereno fino all'arrivo. Arrivo peraltro splendido, in morbida leggera salita.
Finita gara mi spiego ai GGG, i quali sembrano comprendere la natura spontanea dell'abbandono e apparentemente  consentono di tenermi, già ampiamente autopunito, in gara, per farmi fare qualche punto ed avere le 5 prove su 6 necessarie.
Macché. Finisco squalificato e basta. Nel frattempo mangio niente, dimentico il gillet alla tenda, il pomeriggio cado nella dolce trappola del nenne che mi porta in giro in bc per 2 ore buone fino all'Idroscalo, per cui dal giorno dopo si manifesta in tutta la sua virulenza l'esserino che passeggia sulle mie tonsille. Sono ancora impestato 5 giorni dopo, ma dopo 4 giorni in casa oggi ho pedalto e pattinato un po' e star male per star male ora me ne vado a letto e domani chissà.
Altrimenti ciao, Corso Venezia.

Etichette:

1 Avete commentato:

Blogger Francesco ha scritto...

ah ma sei della michetta......

10:29 AM  

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage