21km - la distanza

lunedì 9 febbraio 2015 - ore 10:21 PM

Non omologabile

Causa vento. Che affligge un assolata mattina di pieno inverno, di quelle da stare dopo gara a godersi il sangue ripetere il giro scaldandoti come un buon rosso.
Così si parte alla garibaldina, in tanti che non siam più abituati, sperando solo di non cadere, sensazione che dopo la prima salita si trasforma in un speriamo di avere gambe per altri venti minuti.
Stavo meglio a Castiglione, si capisce subito, la sferzata del vento sul fondo del Vallone me lo ricorda e incide. La neve è poca e anzi tiene lontano il fango, ma i nastri volano felliniani ed è gara a non ingarbugliarsi, a tenere d'cchio i picchetti rimasti a segnare la traccia. A metà del secondo di tre giri sto già pensando a una scusa per fermarmi ma resisto, ci ripenso, mi attacco alle belle parole di Noire che mi passa e che nel tratto controvento mi perdo. La seconda parte dell'ultimo giro ritrovo un po' di orgoglio, con le gambe già andate. Affronto la salita finale da ultimo giro di un miglio, composto, sprezzante. Recupero 5-6 posizioni con i giusti tempi e chiudo in 26.39 30esimo di Categoria su 67, che sarebbe anche Campionato regionale Individuale.
Intanto è andata, senza lasciare tracce, un allenamento collinare per uno che al vento può chiedere poco.
Il Monga 2015 mi vede 18esimo di categoria con una prova saltata, livello che mi avrebbe consentito di stare nei primi 6-8 tranquillamente, con qualche allenamento alle spalle (Gerosa finito 4° oggi era solo 9" avanti).

Etichette:

1 Avete commentato:

Blogger Il Panda ha scritto...

braccia bassa, non sei riconoscibile

9:34 PM  

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage