21km - la distanza

venerdì 30 gennaio 2015 - ore 2:37 PM

Le pozzanghere di Castiglione

Sono lì tutti gli anni. Anche se non piove da un mese ci sono sempre. per me ci sono anche ad Agosto, su quel rettilineo che si percorre durante la volata e nel tratto iniziale di corsa, dopo una breve gimkana su prato. E se va bene (o forse male) sono ghiacciate.
Ho preso da qualche anno, da quando ho poco da dare, l'abitudine di giocarmi buona parte delle carte nei 300m iniziali, per passare nei primi 10 ed evitare di doverci affondare dentro, soprattutto da quando un anno ho potuto esaminare il contenuto verdastro del liquido che le riempie, immagino un misto di letame a spruzzo e vita che ci cresce dentro.
Così anche stavolta, disallenato ma per fortuna senza affezioni laringee, ci ho provato e la gamba girava pure niente male. Così ho proseguito, buttandomi per la discesa e arrivando alla piana sottoterrazzo niente meno che in coda a marcofantone. Poi da lì un naturale rifiatare, subire il sontuoso sorpasso del Vanetty e di alcuni altri, ma senza mai smettere di fare una cosa vicina al correre, che non mi riusciva da tempo. Sulla risalita del terrazzo guadagno qualcosa, poi sulla piana mi passano le prime due donne e altri due atleti, che riesco a tenere non troppo lontani. Sul secondo e ultimo passaggio della salita mi avvicino a quello dietro, appena in piano gioco d'anticipo e lo passo. Bello sarebbe andare a prendere anche l'altro, ma le dannate pozzanghere non consentono di lanciare una vera volata e con quel che ho mi ci avvicino soltanto, a un paio di secondi. L'altro finisce 4" dietro me, che poi vedo essere lo stesso finitomi alle spalle a Treviglio.
Solita meraviglia di prato umido nella parte bassa, quest'anno anche appena morbido, facile da correre, tanto che scendiamo a defaticare appena finita la gara. E andrei avanti tutta la mattina.
Percorso sotto i 6, circa 5.8, ma almeno si ricomincia a vedere il 24 davanti (24.28).
Risalgo 18° della generale, per le tante defezioni.
Leggera gastroenterite infrasettimanale, per non farsi mancare niente e non sia mai che si possa entrare in pseudoforma.

Etichette:

2 Avete commentato:

Blogger Daniele ha scritto...

Le pozze si attraversano, al più si saltano. Mica che hai zigzagato, neh?

3:59 PM  
Blogger Daniele ha scritto...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

3:59 PM  

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage