21km - la distanza

lunedì 24 marzo 2014 - ore 1:35 PM

Stralungo

Doveva piovere e piove, ma solo sul popolo dell'una tantum. All'ora dei seniores le nuvole si diradano lasciando il posto al sole e il ricordo di un'aria frizzante, folate di vento a piacere.
Faccio i miei conti, comodamente seduto a colazione che son già le 9 passate; prima una banana à la Cristiano, poi pane marmellata e caffè, non sia mai, la prima volta che banchetto prima di correre. I conti dicono di uscire alle 10.45 e di raggiungere i viali per tempo, approfittando del deserto, fino al passaggio dei primi, previsti intorno al km 12-13. Tenuta sociale integrale, un po' di spamming, visto che per il poco pubblico sono il primo corridore a passare. Conti fatti con troppa prudenza, tanto che un km dopo la darsena mi vien pure l'idea di proseguire fino alla fine (ormai sono al 14) e poi rientrare a casa, ma verrebbero 2 ore, un po' troppo. Per cui inverto la marcia e dopo qualche minuto ecco i primi. Poi come altre volte salgo sul cordolo di prato a centro carraggiata e contromano mi godo tutti i passaggi, compresa l'australiana bionda da 1.15 con 10 uomini al gancio, altro che gabbiani. Quando il traffico umano si fa eccessivo piego per le vie secondarie e rientro a casa dopo 1.20.26, allungando l'ultimo km. Giusto un secondo meno di Papa Turbo.
Impeccabile fino al minuto 70, poi piedi un po' stanchi; ma con 40km al mese nelle gambe, questi 17 dicono che il corpo ricorda ancora come fare.

Etichette:

1 Avete commentato:

Blogger Daniele ha scritto...

e' proprio quando capisci che non piovera', nonostante tutto e tutti, che ti accorgi di fare la cosa giusta.

ah, un incipit da premio, grazie

9:19 PM  

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage