21km - la distanza

lunedì 26 novembre 2012 - ore 12:53 PM

Primaria

Altro che le pozzanghere che il Nenne si diverte a invadere stamattina mentre lo accompagno a scuola, e meno male che questa acqua è arrivata solo oggi. Alle 4 del mattino di Domenica sto allattando Flora, ma 150 metri dallo sparo sono dietro i primi, col cazzo che voglio arrivare intruppato alle pozzanghere di liquame verde, dove l'unica è passare sul sottile cordolo laterale. Superato il pericolo si scende al terrazzo inferiore dell'Adda, a tutta, sui prati erbosi di piena, selvaggi, verde bottiglia, al ginocchio. Il terreno è misto sabbioso, mordido ma non scivoloso. Rifiato un po' e Simone mi passa; dopo un po' anche Christian, teniamoli lì e vediamo, il ritmo mio è quello giusto, quello che posso permettermi. Loro vedremo, se oggi son forti bene, altrimenti io sarò dietro in agguato. Finisce il tratto vicino al Fiume e si risale il terrazzo, ben 15m da risalire su suolo sabbioso sfuggente. Christian è appena avanti ma si ferma a riallacciarsi le scarpe al culmine dello strappo, perderà qualche prezioso secondo. Dopo poco ci si ributta per la discesa, seconda e ultima volta. Simone è avanti una decina di secondi, Christian mi ripassa muscolare, poco dopo subisco ancora un sorpasso, ma stavolta il ragazzo mi dice dai che andiamo a prenderli. Perdo strada ma poco prima della salita sono agganciato allo sfidante, con Christian che non è troppo lontano. Simone imprendibile. Sulla salita il compare cede, lo sorpasso e all'uscita sul piano alto, da cui mancano circa 600m rettilinei, su terreno duro, vedo Christian avanti una ventina di metri. Il gonfiabile è là nell'aria lattiginosa, l'acido della salita si sta diluendo ma per un attimo perdo il fuoco, poi riparto, è dura ma sta finendo, vedo maglie davanti che si potrebbe anche andare a riprendere. Le scarpette di Ryan Shay stan facendo il loro dovere. Quando siamo alle pozzanghere, 100m dalla fine, cambio lato all'improvviso e riesco a passare Christian, sono sotto a un atleta dello Zelo e arrivo ad affiancarlo, ma sono in spinta ormai da oltre 300m, la sua volata inizia solo lì e non riesco a cambiare ancora. Sono 18° assoluto su miseri 126 in 22.35 (6k scarsi), 6° di categoria, Simone solo 2" davanti, ancora 100m e si andava a riprenderlo, come a Cittiglio. Il ragazzo ha imparato a dosare un po' meglio, ha la metà dei miei anni e fa piacere che arrivi qualcuno con passione per il cross e modestia a risalire le classifiche.
Però il Monga ormai si sta trasformando in un triangolare Michetta/Zelo/Pioltello con Roadrunners ospiti speciali, numeri modestissimi, un incontro tra amici. Sempre emozionante ma senza futuro: formula nuova delle 3 distanze a prescindere dall'età buona per la giornata, ma ingestibile per la classifica generale.
Il percorso, dal blog di Taddeo.

Etichette:

6 Avete commentato:

Blogger LO ZIO ha scritto...

Bella lì! E dietro di te, in foto, il Taddeo (pettorale 294)di noi Falchi.
Un mito, per tanti motivi!! :-)))

Ciao!!

2:01 PM  
Blogger Hal78 ha scritto...

Minchia li baffi!

6:33 PM  
Blogger Daniele ha scritto...

Già, un po' pochini: gli assenti hanno torto, come succede, oppure erano altrove?

Quoto lo stupore di Hal per il baffo alla Commissario Nick.

6:46 PM  
Blogger LO ZIO ha scritto...

...er Clark Gable de noialtri....

9:36 PM  
Anonymous Anonimo ha scritto...

un levriero sparviero
uzì...qui c'è del lavoro per te

panda

12:43 PM  
Blogger LO ZIO ha scritto...

Macchè. Coi disegni sono quasi in sciopero. Non c'è più fiamma..... :-)

12:57 PM  

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage