21km - la distanza

lunedì 23 gennaio 2012 - ore 1:13 AM

Ritiro bancali

Capannoni di merda. Ne stanno costruendo ancora, tra Milano e Cassano d'Adda, con tutti quelli che si vanno svuotando e quelli che mai hanno contenuto e mai conterranno niente. Di quelli funzionanti mi colpisce sempre il cartello spesso presente ritiro bancali, una formula tranquillizzante, a suo modo.
Il campo di Treviglio è ben freschino e tendente al fangoso, meglio dire al merdoso, visto che è ricoperto da grossi tòcchi di letame per ogni dove, freschissimo (è mezzanotte passata e devo ancora farmi venire la voglia di scendere nel mio cortile neorealista a lavare le chiodate alla fontanella). Sempre meglio dei liquami di maiale a spruzzo o dei nitrati di sintesi.
Durante i primi passaggi della batteria iniziale subito cede il bancale che sorreggeva le 2 assi deposte per superare un piccolo fosso. Panico e scivoloni sugli assi fuori sede. Mi faccio capocordata del tentativo di salvataggio e, ironia della sorte, con l'atleta del Verbano con cui battaglierò in gara, valutiamo la situazione e ritiriamo i 3 elementi in legno prima del secondo passaggio degli atleti: meglio un fosso di una roba liscia, bagnata e instabile. In pochi hanno il coraggio di saltare il fosso in un solo balzo, ma gli incidenti si riducono fino a quando, strafatto di FEF e selvaggiamente appesantito da una partenza garibaldina, sopraggiunge Cavallo Pazzo, capottandosi a pelle di leone.
Quando tocca a noi parto deciso per il giretto di lancio, ma dopo il primo km mi tocca veder scomparire la coda del gruppo di quelli forti, rimanendo in pratica in testa agli inseguitori con l'atleta di casa che mi precede di 3 posti in classifica e il collega di carpenteria di cui sopra. All'inizio del secondo e ultimo giro mi scappano di qualche secondo, rimango solo ma mi raggiunge la voce di Scardicchio che, nato sotto i bombardamenti alleati su Bari, mi grida un 20° posto che sarebbe grande notizia, fossero attendibili le sue consuete accorate segnalazioni (è uno dei miei più grandi fan e gliene sarò eternamente grato). Comunque sto correndo molto composto, senza disperdere energie, a un passo agevole ma abbastanza efficace, purtroppo senza scintille di follia, il compitino (a parte il superamento del fosso con salto, in entrambi i passaggi).. Al km 5 supero il Verbano, il cui passo si è fatto improvvisamente pesante e attacco in curva il Treviglio, che però risponde e mi risopravanza a passo doppio; peccato per lui che sia un fuoco di paglia, per cui mi rimetto avanti e allungo. Ai 350m ricompare Scardicchio, segnalandomi il vuoto alle mie spalle: davanti ne ho 4 su cui ho guadagnato parecchio, ma sono una bella ventina di metri da recuperare. Ci provo, di energie ne ho ancora in abbondanza. Parto in progressione ma, nonostante riduca il buco, non riesco a produrre un cambio secco; loro essendo gruppetto non mollano e anzi ci mettono l'anima e finisce così, con io che arrivo giusto a un'imbarcazione dall'ultimo; i compagni di gara lasciati indietro arrivano rispettivamente a 12" e 17" da me, troppo lontani per legittimare la mia condotta di gara. Tempo 24.36, dannato 22° di categoria a 4" dal decennale sogno del 20° posto; risultato un po' drogato dalla partecipazione meno numerosa del solito. Forma eccellente e un po' sprecata, anche a causa di quel 20° gridato che avrebbe dovuto essere un 18°, alla fine, vittima invece di conti approssimativi del mio pubblico.

Etichette:

9 Avete commentato:

Anonymous Lucky ha scritto...

cazzarola se viaggi ...

stavolta lo Skalovics ha mangiato la polvere :-)

8:51 AM  
Blogger Paolo "Cavallo Pazzo" ha scritto...

Ahahah...mi sono arenato come la Concordia!!!

9:24 AM  
Blogger nicolap ha scritto...

Skalovics 2 cross in 16 ore.

9:30 AM  
Blogger Hal78 ha scritto...

Non tutti i finali riescono col botto. 4 posizioni, guadagnate così, aggratis, anche per un finisher del tuo calibro son difficili da portar a casa (considerando che si parla di numeri bassi).
Orca boia che bella gara, però.

9:56 AM  
Anonymous Anonimo ha scritto...

a proposito del doppio cross di skalovics, pizzolato diceva squalcosa tipo di provare qualche volta a gareggiare il sabato pomeriggio e la domenica mattina, "scoprirete di andar forte"

p.s.: sto ancora ridendo per "strafatto di FEF" :-))))))

9:58 AM  
Blogger Pimpe ha scritto...

io voto nicola ma skalovics e' un fenomeno degno dell'armata rossa! grande Ste..!

10:22 PM  
Blogger Lucky73 ha scritto...

@PIMPE
ora che lo guardo bene Skalovics assomiglia un po' ad un agente del KGB :-)

10:27 PM  
Blogger federico vecchiarelli ha scritto...

più vedo i tuoi tempi più mi vergogno della sgambata domenicale insieme...

10:40 PM  
Blogger nicolap ha scritto...

Un po KGB e un po' Muttley anche, con quel fare e quel ghigno.

10:54 AM  

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage