21km - la distanza

lunedì 7 novembre 2011 - ore 4:13 PM

Succede in città

Nel momento che ricominciava a piovere, all'ora del Pranzo della Domenica. Felice come un bambino di scorazzare per la città deserta, sotto una certa acqua.
Nei 70' di lento mi ritrovo a correre a fianco del deposito di auto abbandonate del Comune, due capannoni mezzi crollati pieni di mezzi a portiere aperte; poi a Rogoredo, contropioggia nella lunghissima Via Toffetti, strada di più o meno loschi traffici, alla testata della quale i lavori mostrano i fiumi sotterranei di Milano, gonfissimi. Ormai fradicio rientro, ma non faceva freddo. Pane, pizza e tagliatelle, come potenziamento delle braccia.
Venerdì rientrando a casa un cornuto ha sorpassato al buio sotto alla pioggia prendendosi per intero la carreggiata opposto, lungo la quale procedevo io. E' rientrato al pelo. A qualcuno è andata peggio. Ancora una volta gli incidenti succedono o rischiano di succedere quando sei nel senso giusto, non certo andando contromano, laddove vedi il nemico in faccia.

Etichette:

11 Avete commentato:

Blogger Hal78 ha scritto...

Non è un paese per bikers.
Non è nemmeno un paese per bimbi.
Non è nemmeno un paese per vecchi.
E' un po' un paese di merda, diciamocelo.

4:35 PM  
Anonymous Anonimo ha scritto...

ragazzi, dai, queste cose purtroppo possono succedere a tutti, da vittima o da carnefice. e sottolineo purtroppo

panda

4:37 PM  
Blogger federico vecchiarelli ha scritto...

e non vi dico la mattina presto quando è ancora buio...

5:49 PM  
Blogger nicolap ha scritto...

Lettore_1041265
Ma è mai possibile lascire girare un ragazzino di 12 anni di notte e soooto il diluvio da solo... e poi la colpa sarebbe di una ragazza che ha aperto una portiera... mi sembrano tutti matti...

da corriere.it

5:53 PM  
Blogger Hal78 ha scritto...

Ho letto anch'io quel commento. Brrrr....
Cazzo c'entra il diluvio poi?
Causare una morte per una propria colpa è 'omicidio colposo'. Il grado di colpa non sta a noi a stabilirlo e verrà accertato. Ma da qui si parte.
Comunque, io vivo in montagna e ho vissuto solo qualche anno in città, ma, generalizzando, i milanesi al volante son delle brutte persone. Lo dico con schiettezza, con tono naïf, e forse, per carità, capisco esser l'unica via per sopravvivere.

6:13 PM  
Blogger Lucky73 ha scritto...

Io di questo incidente non ho capito nulla! Ho letto che la madre era con lui appena avanti sempre in bicicletta, poi ho letto che era a casa, poi ho letto che ha urtato la portiera, poi ho letto che non l'ha nemmeno sfiorata poi ho letto tante altre cose ...

Io ogni tanto giro Milano in bici, ma quando posso EVITO perchè rischio sempre la vita!

Piste ciclabili inesistenti o invase dalle auto, rotaie pericolosissime anche per scooter e moto, automobilisti tra i più indisciplinati al mondo ....un vero far west altrochè "a Milano c'è un nuovo mezzo pubblico" recitava il primo cartellone pubblicitario della neonata giunta Moratti ...

Per citare Hal ...Milano non è sicuramente un paese per Bikers ...

Ma a me questa città, ma in generale questo stato mi ha davvero fatto venire la nausea ...

6:36 PM  
Blogger nicolap ha scritto...

E' per quello che non son venuto a girare in pista sabato ;-).
Comunque è semplice Lucky: auto in doppia fila, buio, pioggia, esce una ragazza di 29 anni senza guardare, il ragazzino scarta al'improvviso ma passa il tram.
http://maps.google.it/?ll=45.453598%2C9.149594&spn=0.0087%2C0.027466&t=m&z=16&vpsrc=6&layer=c&cbll=45.45356%2C9.157645&panoid=PetjlJd5Vt7tPCHWrndQ7A&cbp=12%2C173%2C%2C0%2C20.34
Il ragazzino non aveva le luci, ma a cosa servono in una strada illuminata di città se la ragazza è scesa da dietro e quindi non aveva uno specchietto in cui controllare? Tra un po' anche i pedoni dovranno girare con luci e casco.
Stavano arrotando anche me, Venerdì: sorpasso in strada stretta con invasione totale della carreggiata, io venivo in senso opposto, in bc. Va molto di moda il sorpasso largo, proprio da moto GP.

6:45 PM  
Blogger Lucky73 ha scritto...

e la società continua a inneggiare a falsi e sbagliati miti e non dico altro ...tanto per far vendere giornali e fare audience alla TV, che schifo!!

7:00 PM  
Blogger nicolap ha scritto...

ma il nostro mito rimane lucky73 che lancia la sfida al panda sul suo terreno.

9:21 PM  
Blogger nicolap ha scritto...

De Corato ha bloccato e ora sta rivedendo tut­to il piano dei nuovi percorsi per i mezzi pubblici ereditato dall’ex assessore Edoardo Cro­ci: «È stato costruito su un crite­rio sbagliato, le barriere sposta­no solo le auto da una strada al­l’altra ». Primo effetto: non sarà realizzata la preferenziale in via Solari, annunciata entro l’anno. Tutte le altre, 86,4 chilometri di qui al 2014, sono «congelate». L’opposizione è in rivolta: «È tornato il partito dell’auto».

corriere.it - 18 novembre 2009

9:35 PM  
Blogger Daniele ha scritto...

Appoggio la mozione di Lucky: "falsi e sbagliati miti e non dico altro". Un mondo lurido, a immagine e somiglianza dello sponsor.
Grazie.

5:11 PM  

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage