21km - la distanza

lunedì 25 ottobre 2010 - ore 6:13 PM

Un po' da pellegrino

E' possibile ora affermare che oltre a polmoni e cuore serve anche un po' di efficienza muscolare.
Al km 5 del Montestella la cosa si è manifestata in tutta evidenza.
Ero partito con il proposito di guardare il crono giusto al km 5, correndo a sensazione senza spingere troppo, ma evidentemente la cosa non era compatibile con la mia assenza quasi totale di preparazione. Verso il km 4 le gambe hanno cominciato a perdere efficienza; i sorpassi che avevo effettuato fino a qul punto si sono ridotti e mi sono trovato in una fila di gruppetti che non riuscivo più a recuperare. Meno male che ho raggiunto Robi, uno dei migliori animali da cross del mio album delle figurine, messo ancora peggio di me, ma almeno si son fatte 2 chiacchiere, mi ha subito detto arriva il secondo, io a complimentarmi e poi tutti e due a dire che finire oggi sarebbe stato già bello, che la testa non c'era. Dopo un po' lo lascio anche indietro, ma passano circa 500m e transito a metà corsa: guardo il 19.16 e decido di camminare un po', molto forrest e molto gump. Lui ripassa mi dice di andare ma aspetto ancora un po'. Riparto tranquillo con l'idea che mi sono fatto i miei 5k tiratini e adesso si arriva tranquilli, che con la caviglia che ho va già bene non sentir male. A distanza di 30 ore non rinnego la scelta; avrei dovuto usare tanta testa per un 38 alto, costringendo anche la muscolatura a uno sforzo prolungato che ora come ora non è il caso di affrontare. I km comunque erano segnati un po' ballerini, a sensazione; ho preso 7.27 al 2k, 7.52 quello dopo - mi sembra troppo veloce l'avvio. Dal km 4 al 7, la passeggiata, sono 13.16; sono comunque in leggera progressione, non subisco quasi più sorpassi. L'8° va a 4.00, arrivo a 32.35 e ricomincio a sentire l'odore del traguardo. E proviamoci, tanto per rimettersi dietro un po' di gente e per non lasciar andare via Cristian, il giovanotto che mi ha appena passato e che giusto il giorno prima spruzzava testosterone alla Dottorina. Il nono lo corro aumentando, recuperando una decina di metri e accodandomi a lui. Il crono segna 37.20. Si parte per l'ultimo km. Passo Cristian e vado per la mia, a tutta. Ci sono cartelli ogni 50m! All'800 comincia a scorrermi sotto i piedi una pista immaginaria da percorrere 2 volte. Entro nella Scuola e via rilancio per le stradine; ai 350 sono stanco ma non mollo. Si arriva finalmente alla pista in terra e davanti si profila la sagoma inconfondibile del vekkietto Padania, ultimo sorpasso possibile; ha molto vantaggio ma insomma finire dietro non se ne parla, a questo punto. In realtà povero cristo è già un grande a correre così, a parte quella maglia infelice. Chiudo in 39.54, ultimo 1000 in 3.34, lui una decina di metri dietro; 9" e arriva Cristian.
Ho fatto una specie di fartlek, guidato da fenomeni che al momento riesco a controllare poco, ma fare 40 sui 10k mi avrebbe comunque dato fastidio, vero Runner Blade...? La grande notizia è che il mio stinco ha sopportato e ho messo qualche km tirato per i cross a venire.

Etichette:

6 Avete commentato:

Blogger antherun ha scritto...

onorevole (non nel senso di parlamentare) l'ultimo mille di chiusura!

7:11 PM  
Blogger GIAN CARLO ha scritto...

Una volta in occasione di una gara classica sui 10km un mio amico che in quell'occasione aveva corso il suo unico 10000 sotto a 40 si fermo' dopo il traguardo a vedere un po' di arrivi(era una gara con oltre 2000 classificati) quando un campioncino da 33 netti gli si affianco' e gli disse serio: "Ma tutte 'ste Pippe che non vanno neanche a 4 al km che ci vengono a fare ?"
Lui ovviamente rispose: " Parole sante ..hai ragione".
Oggi quando è aria di over 40 ce lo ripetiamo.

7:12 PM  
Blogger Lucky73 ha scritto...

Qlc prevedeva sotto i 38' ...l'avessi fatto tornavo da Boston a nuoto :-)))

Vanbene le pisciatine, ma....

Sorriso da 10e lode ...

1:03 AM  
Blogger nicolap ha scritto...

Come farei senza la mia Podisti Anonimi a supporto.
Adesso però fermo una settimana :-)))))) perché mica troppo vero che i garretti sono a posto.

9:29 AM  
Blogger Daniele ha scritto...

Bravo Furia, sta in cascina a sgranocchiare biada, fatti curare dalla Dottorina e ci si rivede alla 5 Mulini (PS: non so se leggi Runner's, ma indovina chi é quello in foto che sembra tirare il gruppetto dei masters nell'ultimo numero? uddio, la fama eterna :-)

9:07 PM  
Blogger LO ZIO ha scritto...

Dai Nic...è la stagione giusta per leccarsi le ferite!

Quest'anno penso che mi farò tesserare amatore e non più assoluto, per cui qualche Monga lo faccio...spero....credo....forse...;-)

PS
domani filtro il liquo al basilico

7:57 AM  

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage