21km - la distanza

lunedì 2 agosto 2010 - ore 11:16 AM

Io e le cozze

Come in occasioni dei precedenti Mondiali, Giochi Olimpici, Europei, il fine settimana clou coincide con la mia visita nella roccaforte talebana dei suoceri priva di televisione e connessione alcuna con il mondo esterno. Per cui oggi a vedere i fotofinish mi brillavano gli occhi. Scelgo quello più potente, anche se figlio di una disciplina i cui brividi non potrò mai provare, in attesa che la bella Elena cresca ancora oltre quel bel 6° posto.
Bellissima anche la smorfia di Libania Grenot che, italiana come so' io livornese (ma pace), guarda le 3 russe imprendibili a 20m dalla fettuccia e mentre corre comunque più forte del panda ha il tempo di fare le sue riflessioni.
Ah però mi son visto il 1500 del decathlon e guarda un po' tanti stavano intorno a 4.30, roba da levrieri...
Di mio ieri un ritorno a casa dopo il bagno, senza spingere ma abbastanza faticato, per il caldo e il sonno ancora ballerino (e gli spaghetti con le cozze ancorà in circolo); 7630m in 36.40, con 125m di salita, a 4.48. Dal bivio mare a casa son circa 7400m e mi piacerebbe qualche volta fare un sub30 di corto veloce.

Fosse serio, Fini sarebbe un avversario degno. Niente di più. Oltre siamo al delirio. Stamattina vedo una foto di Gnignì Larù e non so come me lo sono visto con la divisa da Colonnello. Quei Colonnelli. Ma insomma era per dire che nemmeno una pizza con Fini, però è curioso notare come colui che si è smarcato dal Partito Persona venga definito (da tutti) come leader dei Finiani, definizione da culto di personalità che è appunto quella da cui cerca di distinguersi. Mentre i servi vengono furbescamente associati a un Partito, che tale non è mai stato.

Etichette:

5 Avete commentato:

Anonymous Anonimo ha scritto...

sui nomi analisi lucida e brillante, la tua, non ci avevo pensato. ma quello forse è gergo giornalistico, più che politico.

io invece ho stampato in mente il crollo di licciardello, che eredita il mazzariello in prima posizione e lo riconsegna in penultima. il tutto accade nei suoi ultimi 50mt, dopo aver stoicamente resistito in curva, con la cazzimma. "anvedi come sta a morì liocciardello" avrà certmante detto il califfo.
quel crollo sì che per dinamica (sarebbe meglio chiamarla statica) ricordava il mio.

panda

11:51 AM  
Blogger Michele ha scritto...

Condivido

12:23 PM  
Blogger Luca "Ginko" ha scritto...

Davvero interessante la tua disquisizione politica che sottoscrivo al 100%. Peccato per la staffetta ci avevo creduto fino alla fine..

2:41 PM  
Anonymous Anonimo ha scritto...

la stessa mafia che domina la politica domina l'atletica.
se gli "amici degli amici" non avessero messo nella 4x100 due tizi da 10.4 al posto di 2 da 10.2, avremmo vinto l'oro con sub 38.
er califfo.

6:57 PM  
Blogger nicolap ha scritto...

Amici di Larù e di altri corpi pure, mi par di capire...

10:45 PM  

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage