21km - la distanza

lunedì 15 febbraio 2010 - ore 10:57 AM

Cologno quello Serio

Rassicurato dal fatto che il Capo della Protezione Civile almeno lui è solito a rapporti a pagamento coerentemente protetti (e in tema rinnovo l'invito qua a fianco per chiunque legga a liberarsi del piccolo exploratore), provo a raccontare la 5a su 5 delle prove del Trofeo Emilio Monga 2010, chiusosi ieri a Cologno al Serio, su un prato abbastanza anonimo ma in un clima umanamente accogliente. Ehssì nemmeno una misera ondulazione, se non degli scalinetti; unica asperità una trappola di liquame bovino cui passare intorno, non delimitata da nastro, e quindi potenzialmente attraversabile per tagliare qualche metro (ma non ho visto nessuno farlo, io stesso al secondo giro ho solo osato passare nella zona intermedia fango-merdosa al bordo del bacino). Al via sento gambe migliori di Domenica scorsa, allungo bene e sono subito dietro la ventina forte. Al secondo minuto mollo un po' per rifiatare e mi assesto intorno al 30°; proseguo sul mio passo, tagliando la corsa e succede che un po' alla volta rimango solo, perché davanti se ne vanno, da dietro non rinviene nessuno e rimaniamo io, i prati, il freddo sulla faccia e il silenzio della parte senza pubblico. L'aria gelata e un leggero vento danno fastidio, e meno male che al passaggio del primo giro, metà corsa, mi si fa sotto uno dei soliti, Riva, mi passa, scambiamo 2 parole e via, cerco di stargli attaccato, cosa che quest'anno non mi era mai riuscita. Ogni tanto scappa qualche metro, ma l'elastico si allunga e si accorcia, e forse stavolta potrei arrivarci in volata. Dopo un altro km arriva un fodipè, come nelle ultime 3 gare, in cui a metà strada mi andava via senza che riuscissi a stargli dietro. E' più veloce di noi, e il terzetto che io chiudo tende a sfilacciarsi; ho la forza di intravedere qualche segno di cedimento di Riva e pescando dalle riserve mentali gli passo davanti e mi attacco al verde della canotta fodipè. Faccio fatica, ogni tanto lo perdo, ma se gli arrivo appena dietro al cartello dei 6km, 700m dalla fine, poi so che arriverà nuova linfa, il tartan dal prato. In prossimità del cartello non ho mollato, e anzi vedo che stiamo guadagnando qualcosa su una fila di 4 che è avanti una trentina di metri; non sono pochi, ma mi sono abituato a guardare avanti, negli ultimi cross, a cercare di fare gara non solo sull'atleta che mi precede, cercando motivazione dal recupero impresa su qualcuno lontano, il piacere della sfida. Parto. Non ne ho per partire secco, perché sono in spinta già da un paio di km, però parto. Parto e mi lascio dietro la canotta verde. Ancora 3 spezzoni da 100m l'uno, separati da curve secche. Finalmente siamo in zona pubblico, mi gridano che dietro hanno mollato (e io un po' temevo il rientro di Riva, rabbioso nelle volate) e cerco disperatamente di avvicinarmi all'ultimo della fila, che è ancora una decina di metri davanti. Dopo l'ultima curva però allunga anche lui, perché i suoi dell'Ondaverde son tutti lì piazzati a gridare per i punti da guadagnare su Zelo, nella lotta finale spalla alla spalla della Classifica Generale. Chiudo con le cosce in acido, che non mi succede spesso, stanco come mai quest'anno, ma 34°, che comincia ad essere un piazzamento degno. Ci vogliono 5' buoni per riprendere parola e fiato, anche per via del freddo che ho preso alla testa (eh non mi ero protetto abbastanza, io, sciagurato civile che poi se mi succede qualcosa devono venire a proteggermi loro). Percorso veloce ma meno scorrevole di quanto pensassi, comunque sia 6.7k in 25.38, mentre Cristiano fa la grande gara in 24 basso e si piazza 6° dico 6° della G.
Ma...lasciando stare la spassosa riesumazione di ex stelline del Cacao Meravigliao, alla gestione della protezione lungo la Salaria, mi viene un dubbione: che quel desiderio irrefrenabile di Protezione-Civile-Spa si riferisca al campo benessere termale, più che all'acronimo societario?

Etichette:

9 Avete commentato:

Blogger Lucky73 ha scritto...

cattivo e pure con l'acido lattico!
Questa volta Stefano è dietro di 1 min ....

11:31 AM  
Blogger nicolap ha scritto...

Si ma Stefano corre salutando il pubblico; non è sul pezzo.
E poi correva alle 11 e alle 8.25 era già lì, al freddo, si fa mica così.
E avrà pure corso al Brianzolo.
Ci vedo il tuo zampino, nella creazione del Mostro.

1:19 PM  
Blogger Lucky73 ha scritto...

no, ha corso con una caviglia malconcia e fino a 1 minuto dal via portava il tutore che gli ho prestato :-) ...ma ha corso forte, te l'assicuro, perchè ha dato 1 minuti a Matteo .....

Io in confronto a Stefano corro pochissimo ...lui è una bestia! Corre, Nuota, Va in bici ....è una vera macchina da guerra :-)

...e anche quando va al max riesce a salutare il pubblico ...al campaccio mezzo morto mi incitava quando ci incrociavamo ...non so come fa....

L'unico modo per batterlo (e nemmeno son sicuro) è aspettare il 22/04 sul 1.000 e sulle successive gare in pista.....ma fino al 1.500 perchè sul 3.000 forse mi batte...

2:16 PM  
Anonymous Anonimo ha scritto...

spassosissimo post. con punte di acido lattico nelle parole.
se vuoi aumentare il livello anche nel fegato, a 24 ore dal picco di lattato, guardati questa, finchè ci permetteranno di vederle queste cose.
se già non l'hai vista ieri sera.

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-a20d3078-c510-4407-8b63-b616d0695247.html?p=0

Panda

2:22 PM  
Blogger nicolap ha scritto...

sì sì
già prenotato un posto al leone

2:25 PM  
Blogger nicolap ha scritto...

Comunque la cosa più bella era la PASTA ALLA PORTOFINO del menu della scuola; non alla ligure, alla PORTOFINO...

Poi in sta scuola c'era uno dei prof, con la faccia da porcello, che richiamava i simpatici educatori dei collegi irlandesi...

2:29 PM  
Anonymous Anonimo ha scritto...

le parole sono importanti, come diceva Nanni Moretti (...chi parla male, pensa male, vive male)

quel porcello è troppo identico al mio medico di famiglia

se il Monarca vede il tuo blog oggi, ti fa chiudere

Panda

2:46 PM  
Blogger Lucky73 ha scritto...

Ma il pezzo dove la signora diceva che aveva rinunciato ad un viaggio alle maldive ?

Cioè intendeva uno dei 10 annuali ...che credete.....

certi programmi non bisogna vederli, poi divento violento ...vabbè mercoledì ripetute sui 400 in 1.04 così mi passa tutto ....

3:18 PM  
Blogger Pimpe ha scritto...

Sono in piedi sulla sedia che applaudo..
ti pensavo oggi..
manco fossi una gnocca.. che ne so' , una Francesca qualsiasi ... :-)))

11:58 PM  

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage