21km - la distanza

lunedì 17 marzo 2008 - ore 1:40 PM

Pediluvio con ritiro

Sveglia presto, dopo sonno di buon ristoro.
L'unica cosa è che mi fanno male i piedi, da qualche giorno in qua, sono dolenti, appesantiti. Allora ritardo di 10 minuti l'uscita da casa e mi concedo un bel pediluvio propiziatorio, in acqua calda.
Fuori piove; e pioverà.
Logistica infame, e poi si parte, che è quel che conta.
Partiroooooooo...
Le gambe sembrano miracolosamente fresche, e nonostante i cartelli chilometrici siano segnati male, procedo bene fino a circa il km 12; poi comincio ad avere un po' di dolori di stomaco, il vento contro, freddo, la sensazione che correre altri 8 km a quel passo non servirà a dimostrare nulla e invece mi affaticherà esageratamente, e così mi fermo. Corricchio verso l'auto altri 15', con gambe per nulla appesantite, e mi godo il mio medio sul Lago, e il bel ricordo dell'unico tratto emozionante: il passaggio a Malgrate con tanta gente ad acclamarci.
13km in 52'.

Etichette:

2 Avete commentato:

Blogger Jenny ha scritto...

Hai sentito che la mezza era più corta sul finale? Un ragazzo che conosco (Zugnoni Graziano) ha dichiarato di aver corso un paio di km a 4' per via di una leggera contrattura, ed aver comunque finito con un personale di 1h07'33''. Che roba...!

2:17 AM  
Blogger nicolap ha scritto...

Mah i km erano segnati quasi tutti male, per cui nemmeno li ho guardati, anche perché correvo a sensazione; sulla lunghezza giusta totale non ci giurerei, a questo punto, ma io comunque mi sono fermato al km 13; pensa che due metri dopo il traguardo c'era una curva stretta, per cui nemmeno si riusciva a fare una volata seria...

10:18 AM  

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage