21km - la distanza

giovedì 15 ottobre 2009 - ore 9:47 AM

Tremate che tremo anch'io

Al giorno 28 si rimise le scarpette, indossò la maglia della Venice Marathon 2006 e tornò al Campo. Nel giorno più freddo. All'ora più fredda. Un po' di emozione e sorpresa nel vedere che le gambe han voglia di saltellare. Prendo a girare in ottava corsia cercando solo leggerezza, ma dopo 4-5 giri il freddo non accenna a calare, e allora bisogna fare qualcosa, e ogni scusa è buona per mettersi a correre un po'. Mi metto in prima corsia e cambio passo, un po' alla volta, 10 giri con crono ogni 800m: 3.30, 3.20, 3.20, 3.19, 3.10. Sono sorpreso della facilità di corsa, anche se oggi sicuramente mi uscirà un po' di mal di gambe (non per ora) come sempre, dopo le soste forzate. Totale di 38' sulle gambe, endorfine di nuovo in circolo. Stamattina per le mani un bel pane da chilo e mezzo da cuocere stasera; ma sto Zio ci si è messo o no?

"Ma lo sa, presidente D'Alema, la ragione per la quale io non ho mai imparato a usare Internet? Perché non ne ho bisogno, visto che qualunque cosa mi venga in mente la chiedo a Letta. Che, oltretutto, è anche più veloce"

3 Avete commentato:

Blogger LO ZIO ha scritto...

Guarda.
Ho cominciato una joint venture (usando i termini altisonanti che piaccion tanto al mio quasi ex capo) con mio suocero, visto che lui ha anche il forno a legna.

Ma alla fine le cose è meglio farsele da se......

Devo ripartire, poi ti racconterò...prima o poi!

Ciao!

12:36 PM  
Blogger Lucky73 ha scritto...

Bentornato! Certo la classe non è acqua....

Oggi anche all'ora di pranzo al XXV Aprile sembrava di stare in un freezer :)

4:06 PM  
Blogger Furio ha scritto...

Però!!

10:40 PM  

Posta un commento

Crea un link

<< Homepage